Battesimo Rionale

Scritto da  Mercoledì, 10 Luglio 2013 13:36

Novità fresca e assoluta per il Torneo Cavalleresco di Castel Clementino è l'iniziativa proposta dal nuovo console Michele Tarulli che avverrà il 21 luglio 2013 per la prima volta nella storia serviglianese: il battesimo rionale.

Non si tratta di un battesimo religioso bensì di un battesimo laico, che ha lo scopo di "sacralizzare" la totale appartenenza al proprio Rione. La prima edizione, appunto il 21 luglio, vedrà il battesimo di giovani e adulti, da zero a 100 anni, di tutti coloro che vorranno sentirsi pienamente dei rionanti a tutti gli effetti. Verrà creata, nei giardini di Borgo Leopardi una sorta di "fontanina battesimale" .
Il battesimo rionale, si terrà una volta all'anno e sarà proprio il console del rione che bagnerà leggermente la fronte del battezzato con l'acqua della fontana battesimale e gli consegnerà il fazzolettone come simbolo di appartenenza.
Il significato dell'evento è racchiuso nella sua antica origine presso le terre senesi.
Infatti, anticamente era contradaiolo chi nasceva nel territorio di una Contrada. Tutti a quel tempo nascevano in casa e le case si trovavano nel centro storico. Il problema sorgeva quando un contradaiolo, per vari motivi, veniva alla luce in una Contrada diversa dalla sua. In quel caso la donna veniva portata a partorire in casa di amici o parenti residenti nel territorio della contrada in cui si voleva far nascere il figlio. Se la donna non si poteva spostare per diversi fattori, si raccoglieva addirittura la terra della contrada e si spargeva sotto il letto dove doveva avvenire il parto. Così facendo il nascituro veniva al mondo proprio sulla terra della sua contrada.
Nacque così l'esigenza di battezzare i nati fuori dalle mura, per farli appartenere alla Contrada dei genitori senza problemi.
Ebbene sì, anche a Porta Marina ci si battezzerà.

Letto 6017 volte Ultima modifica il Domenica, 21 Luglio 2013 08:14
Altro in questa categoria: Marina Summer Party »